Per ammazzare il tempo in attesa dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones, oltre che guardare e riguardare gli episodi delle precedenti 7 stagioni e leggere i libri, si può fare ben altro. Se infatti hai sia letto i libri delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sia visto tutti gli episodi della serie TV, non ti saranno certamente sfuggite le differenze – ovviamente, a volte lo si dà per scontato, ma puoi anche circondarti di gadget e vestiario della serie, come le magliette Game of Thrones.

E allora perché non condividere tali differenze con il mondo intero? Tanto si sa, George Martin si è divertito parecchio a creare una storia simile, ma allo stesso tempo con pieghe diverse rispetto alla saga di libri.

La profezia su Cersei

Sia nei libri che nella serie TV, Cersei incontra Maggy La Rana, una strega che vive nei boschi di Lannisport a cui la futura regina del trono di spade pone delle domande. Tra le domande poste da Cersei, c’è quella che riguarda la sua incoronazione, alla quale la strega risponde comunicandole che diverrà regina sposando un re. La strega dice inoltre che la regina avrà tre figli, ma all’interno della serie TV manca un dettaglio non poco importante: la profezia del Valonqar.

Secondo tale profezia, Cersei verrà uccisa dal proprio fratello minore – in valyriano Valonqar significa infatti “fratello minore” – ma non si sa di quale dei due fratelli minori si tratti. Infatti, sia Tyrion che Jaime sono fratelli minori di Cersei – Jaime è nato qualche minuto dopo la sorella gemella – e, per quanto tutto faccia pensare che il predestinato sia Tyrion, alcune teorie confermerebbero che sarà proprio Jaime a uccidere la sorella/amante.

Il rapporto tra Jaime e Cersei

Restando sulla famiglia dei Lannister, differente è anche il rapporto tra i due fratelli gemelli, Cersei e Jaime. Per quanto i due si amino all’interno della serie TV, nei libri non è proprio così che si svolge il loro rapporto. Infatti, dopo la morte di Tywin Lannister – padre dei due gemelli ucciso per mano di Tyrion, suo terzo figlio – il rapporto tra i due si è gradualmente deteriorato fino a far sì che Cersei mandasse Jaime via da Approdo del Re alla volta della conquista di Delta delle Acque.

Jorah e il morbo grigio

Come ben noto, Ser Jorah Mormont nella serie TV contrae il morbo grigio a seguito dell’attacco degli Uomini di Pietra durante il viaggio intrapreso insieme a Tyrion, ma all’interno dei libri l’episodio si svolge in maniera leggermente differente; Jorah non contrae la malattia in quanto gli Uomini di Pietra attaccano la nave durante il viaggio ma Tyrion viene salvato da Jon Connington, un personaggio non presente all’interno della serie TV ma che nei libri sarà proprio il malcapitato che contrarrà il morbo grigio. Fortunatamente per Jorah, non finisce male e riesce a sopravvivere.

Il matrimonio di Sansa

Il personaggio di Sansa Stark prende vita proprio grazie alla serie TV; infatti, all’interno della saga di libri è un personaggio molto piatto. Sansa-Alayne – così chiamata all’interno dei libri – si prende cura del cugino Robert Arryn poiché malato e viene, allo stesso tempo, istruita da Ditocorto in un percorso che la destinerà alla politica.

Nella serie TV, il personaggio di Sansa si trova costretto a sposare prima Jeoffrey, poi Ramsay e a vivere una vita piena di peripezie che la porteranno, infine, a tornare a Grande Inverno.

Jon Snow e Aspra Dimora

All’interno dei libri, non vediamo mai Jon Snow recarsi ad Aspra Dimora e scontrarsi con gli Estranei, ma l’epicità della scena presente nella serie TV – in cui vediamo Jon accompagnato da Tormund e gli altri Guardiani della Notte – rende la serie molto più accattivante e il personaggio di Jon Snow più mito di quanto già non fosse.